Made in Vda

Il portale delle imprese valdostane, per le imprese valdostane

TROVA

HomeServizi › News

Incontro informativo sull'indicazione IG Genepì Valle d'Aosta

11 dicembre 2019
ISTITUZIONALE

COMUNICATO STAMPA

Aosta, mercoledì 11 dicembre 2019

Incontro informativo sull'indicazione IG Genepì Valle d'Aosta

L'Assessorato del Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali della Regione autonoma Valle d'Aosta informa che oggi, 11 dicembre 2019, si è tenuto un incontro informativo sul progetto IG Genepì della Valle d'Aosta.

L'iter per il riconoscimento del prezioso liquore tradizionale valdostano è iniziato nell'agosto 2014, con una serie di incontri tra l'Assessorato, Coldiretti Valle d'Aosta, l'Institut Agricole Régional e i diversi produttori del liquore Genepì. L'Istituto Tutela Grappa della Valle d'Aosta ha poi presentato formale richiesta di riconoscimento dell'Indicazione Geografica al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali che, trascorsi i tempi di legge e terminata con esito positivo la procedura comunitaria, ha approvato detto riconoscimento con decreto nel 2015.

Possiamo affermare che giunge a compimento un percorso che ha preso il via diversi anni fa e che solo grazie all'impegno di tutti i soggetti coinvolti ha permesso di raggiungere l'ottenimento dell'Indicazione Geografica Protetta per il Genepì valdostano - afferma Nicola Rosset Presidente dell'Istituto Tutela Grappa Valle d'AostaSi tratta di un traguardo importantissimo che andrà a valorizzare l'intera filiera produttiva locale, dando il giusto valore alla collaborazione tra coltivatori e produttori, garantendo un rilevante valore aggiunto a tutta la produzione. In un contesto nazionale e internazionale sempre più attento alla ricerca della qualità e della genuinità, questa certificazione costituisce un'ulteriore freccia all'arco delle nostre produzioni di eccellenza sia in termini di tutela del prodotto e dei consumatori, sia per quanto concerne la giusta valorizzazione, anche in termini di mercato, di un prodotto interamente valdostano.

L'incontro odierno aveva lo scopo di illustrare ai diversi attori impegnati sulla scena produttiva valdostana le novità introdotte da ultimo dal decreto del Ministero n. 1668 del 4 febbraio 2019, in particolare per quanto attiene all'attribuzione dei controlli per l'Indicazione Geografica "Genepì della Valle d'Aosta" all'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

In particolare, l'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, con i suoi rappresentanti Giovanni Vivalda, Direttore dell'ufficio di Aosta, Mauro Turina, Coordinatore dell'attività di certificazione e Piero Porcu, Responsabile del Progetto Qualità Valle d'Aosta e Responsabile del Comitato ispettivo, ha illustrato ai produttori di Genepì e ai coltivatori di piante officinali, ai liquoristi e ai raccoglitori di Genepì di cui alla legge regionale 7 dicembre 2009, n. 45 (Disposizioni per la tutela e la conservazione della flora alpina), i dettagli per la corretta gestione delle modalità e delle tempistiche utili alla creazione della filiera produttiva e del circuito di controllo della IG Genepì della Valle d'Aosta.

La normativa comunitaria prescrive che la produzione delle bevande a Indicazione Geografica siano sottoposte a controllo di organismi pubblici o privati (OdC), i quali vigilano affinché la produzione dei prodotti IG avvenga secondo quanto stabilito dagli appositi disciplinari, e le modalità con cui gli OdC espletano i controlli sono stabilite mediante un Piano dei controlli contenente le modalità di censimento, di controllo e di gestione della produzione della IG.

L'Agenzia delle Dogane dispone di banche dati in cui sono censiti i produttori di alcool, di distillati, di bevande spiritose, di vino e di birra. Su tali prodotti effettua i controlli fiscali e della qualità. L'Agenzia delle Dogane, utilizzando i dati in proprio possesso, e a seguito dei controlli sulla qualità, provvede a certificare la bevanda a Indicazione Geografica Genepì della Valle d'Aosta rilasciando le attestazioni di conformità ai lotti di produzione prodotti dalle aziende operanti sul territorio.

Siamo molto soddisfatti per la conclusione del progetto IG Genepì Valle d'Aosta nel senso del riconoscimento di detta indicazione sul liquore più conosciuto della nostra regione. Si tratta di un ulteriore passo avanti nella direzione di valorizzare le produzioni di eccellenza del nostro territorio - commenta l'Assessore al Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali Laurent Viérin grazie al lavoro e alla stretta collaborazione messa in campo dai diversi soggetti coinvolti. Il riconoscimento dell'Indicazione Geografica per il Genepì valdostano colloca il prodotto nel paniere di quelli per i quali la qualità è legata a un'area geografica, la Valle d'Aosta, contribuendo così a far conoscere il nostro territorio sul mercato. Una dimostrazione dell'importanza di promuovere e stimolare la capacità di fare rete tra tutti gli attori sulla scena per giungere all'obiettivo comune che è quello di veder riconosciuta la qualità dei nostri prodotti e le peculiarità del nostro territorio a livello nazionale e internazionale.

Tutte le informazioni utili e la relativa modulistica sono consultabili, dal 16 dicembre sul sito MADE IN VDA, il portale delle imprese della Chambre valdôtaine des entreprises et des activités libérales.

 

Fonte: Assessorato del Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali - Ufficio stampa Regione Autonoma Valle d'Aosta

Archivio notizie    

Servizi

Links

Scheda tecnica e moduli IG Genepì Valle d'Aosta

Chambre valdôtaine - Sportello SPIN2
Regione Borgnalle 12 - 11100 Aosta
Tel. +39 0165 573089 - Fax +39 0165 573090
Mail sportellovda@pie.camcom.it